board-2450236_1920

Concorsi docenti 2020, ipotesi svolgimento prove

Parola d’ordine: distanziamento sociale.

Anche se costretti alle rigide precauzioni sanitarie, i concorsi scuola, così come gli altri concorsi pubblici in sospeso, andranno comunque avanti. Lo ha comunicato nei giorni scorsi il ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, ai microfoni di Canale 9. Altro provvedimento in cantiere è quello di utilizzare le sedi universitarie e scolastiche per decentralizzare le prove selettive.

Il ministro è ritornato sull’argomento anche in un video facebook in cui comunica l’intenzione di dimezzare la durata media di un concorso, portandolo da 18 a 8 mesi. Le prove saranno dislocate sul territorio e completamente digitalizzate.

Per quanto riguarda il concorso scuola, in particolare per il Concorso straordinario, le prove sono già computer based, molto probabilmente ogni partecipante affronterà la prova nella sede di residenza. Insomma, tutto servirà ad evitare le immagini, cui siamo abituati, di aule immense con migliaia di candidati, in tal senso anche l’idea degli orali in video-conferenza.

Notizie in aggiornamento.

Tags: No tags

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*